Cambio operatore telefonico e Pay Tv: le nuove regole. MDC: “Basta rapine ai clienti”

AGCOM

Cambio operatore telefonico e Pay Tv: le nuove regole. MDC: “Basta rapine ai clienti”

Novità importanti arrivano dall’Agcom: cambiano i costi di recesso per cambio operatore telefonico e pay tv. Esulta il Movimento difesa del cittadino

L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha applicato per la prima volta quanto previsto dal disegno di legge Concorrenza dell’anno scorso. Nelle linee guida pubblicate è stato definito che gli operatori non sono più liberi di scaricare sugli utenti tutti i costi subiti a causa della disdetta. D’ora in avanti non ci saranno più costi base di recesso, ma saranno sempre proporzionati al valore residuo del contratto.

Agcom ha stabilito che d’ora in avanti il costo di recesso non può essere superiore al canone mensile stabilito dal contratto. Novità anche per chi disdice prima di 24 mesi: gli operatori non dovranno più farsi restituire tutti gli sconti goduti dagli utenti e l’obbligo di rateizzare costi di prodotti o servizi anche dopo l’uscita dell’utente.

Leggi Tutto

Cambio operatore telefonico e Pay Tv: le nuove regole. MDC: “Basta rapine ai clienti”ultima modifica: 2018-11-04T11:27:58+01:00da save2111
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *